Per tutti gli appassionati di cinema, la rassegna Da Venezia a Roma prosegue con un’interessante proposta di film provenienti dal Lido. La giornata di lunedì 23 settembre vede coinvolte due sale romane: Intrastevere e Greenwich.

QUI IL PROGRAMMA E LE INFORMAZIONI SULLA RASSEGNA

Al cinema Intrastevere (Vicolo Moroni, 3) la programmazione comprende tre proiezioni: si inizia alle 17:00 con Mes jours de gloire, film di Antoine de Bary proveniente dalla sezione Orizzonti, la storia di un attore che ha conosciuto il successo in gioventù e che, crescendo, vede la sua carriera e il suo percorso personale avviarsi verso una china discendente.

Si prosegue alle 19:00 con Adults in the Room di Costa-Gavras, regista di origine greche, di adozione francese. Il film, presentato Fuori Concorso alla Mostra del Cinema di Venezia è tratto dall’omonimo libro che raccoglie le memorie di Yanis Varoufakis, ministro delle Finanze nel primo governo Tsipras e racconta la tragedia umana insita nella crisi finanziaria del 2015. Nel cast, Valeria Golino, vincitrice del Premio Pasinetti come miglior attrice. La pellicola si è aggiudicata anche il premio Jaeger- Lecoultre.

La programmazione dell’Intrastevere si chiude alle 21:30 con la proiezione di Babyteeth, debutto alla regia di Shannon Murphy, che racconta la storia di una quindicenne gravemente malata che si innamora di un ventenne sbandato, mettendo in crisi la famiglia della ragazza. Premio Marcello Mastroianni a Toby Wallace.

Quattro le proiezioni in programma al Greenwich (Via Giovanni Battista Bodoni, 59). Si inizia alle 17:15 con Un fils di Mehdl M. Barsaoui. Il film racconta la storia di una famiglia la cui vacanza si trasforma in un vero e proprio incubo. Premio Orizzonti a Sami Buajila come Miglior attore.

Alle 19:00 è la volta di Bu san di Tsai Ming – Liang, un vero e proprio omaggio al cinema e al tempo stesso una riflessione profonda e poetica sulla settima arte.

Si prosegue alle 20:30 con Gloria Mundi di Robert Guèdiguian, storia di una famiglia che si riunisce in occasione di una nascita. “Un crudele racconto sociale attraverso la storia di una famiglia ricostituita, fragile come un castello di carte”, come lo ha definito lo stesso regista. Coppa Volpi ad Ariane Ascaride come Miglior attrice.

La serata si chiude alle 22:30 con 45 Seconds of laughter, documentario firmato da Tim Robbins in cui l’attore-autore narra l’esperienza del laboratorio teatrale tenuto dalla sua compagnia, The Actors’ Gang, nella prigione di Stato di Calipatria.

Share Button
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

© 2016 ANEC Lazio | via Vicenza, 5/a 00185 Roma | P.Iva 04922311008

logo-footer

SOCIAL            / powered by Daniele Pizzichelli