fbpx
Multisala Virgilio di Bracciano

Intervista a Daniele Valentini e Attilio Martini a cura di Mario Soldaini

In via Salvatore Negretti, a Bracciano, il multisala Virgilio accoglie gli spettatori che tra una passeggiata lungo il lago e una visita al castello Odescalchi si ritrovano tra le sue vie. Abbiamo intervistato i due gestori Daniele Valentini (Vicepresidente ANEC Lazio) e Attilio Martini.

Prima domanda d’obbligo: come vi siete appassionati al cinema?

ATTILIO MARTINI: Beh, credo che al Cinema non si possa in nessun caso resistere…la sua magia ti conquista vedendola da fuori, se poi riesci ad entrare in alcuni dei suoi ingranaggi, allora vince lui… e come per magia si rimane con la testa all’insù per tutta la durata dello spettacolo.

DANIELE VALENTINI: Ero un fruitore di cinema abbastanza assiduo da ragazzo poi, per caso, ho incontrato un amico di vecchia data che faceva l’operatore al cinema Alcazar a Trastevere, mi disse di andarlo a trovare e da lì è iniziato tutto. Come mi disse anche un operatore del gruppo Cecchi Gori dove lavoravo nel ‘98: quando entri a lavorare nel cinema non puoi più farne a meno.

Ricordate il primo film che avete visto al cinema? E il primo che avete proiettato?

AM: Sandokan!

DV: Non ricordo né il primo film visto al cinema né il primo proiettato, ma ricordo la prima anteprima nazionale che ho fatto come operatore al cinema Barberini di Roma nel 1998, il film era La Leggenda del Pianista sull’Oceano, è stato bellissimo! 

Come siete divenuti gestori del Virgilio?

AM: Nel 2009, chiedendo un intervento per la manutenzione dei nostri proiettori, mi fu consigliato un giovane tecnico, un certo Daniele Valentini. Daniele da mago dei proiettori qual era si è dimostrato essere anche un grande amico, così, molto presto, siamo entrati in sintonia e siamo divenuti soci, uniti da una passione comune.

Chi sono i vostri spettatori e come impostate la programmazione del cinema?

In termini assoluti non abbiamo un target ma ovviamente, avendo solamente due sale, tendiamo a destinare la programmazione a un pubblico il più vasto possibile, quindi accade molto spesso di avere perlopiù ragazzi e famiglie tra il nostro pubblico, anche se con il prodotto di nicchia non ce la caviamo poi così male!

Credete che una sala cinematografica debba essere uno spazio polifunzionale?

Assolutamente! E in futuro dovrà esserlo sempre di più anche se le spese di gestione, per molti esercenti, possono risultare un piccolo ostacolo.

Il vostro è un cinema d’avanguardia, come avete introdotto l’innovazione tecnologica nella vostra sala?

A parte le conoscenze tecniche e le infinite capacità del mio socio (Daniele n.d.r. ), abbiamo ricevuto importanti sostegni derivati dalla partecipazione ai bandi e dall’aiuto prezioso dell’ANEC, che ci ha saputo guidare e sostenere come del resto ha fatto anche con tutti gli altri esercenti.

Quale è stato il film proiettato al Virgilio che ha riscosso maggior successo?

Da quando gestiamo il Virgilio il film di maggior successo è stato certamente Quo vado? di Zalone… 

Come pensate debba essere ripensata una sala cinematografica oggi, anche considerando tutto da un punto di vista di efficientamento energetico?

L’efficientamento energetico è un passaggio importante ma crediamo che serva un serio intervento da parte delle Istituzioni, perché le sale più piccole, purtroppo, hanno sempre più spesso i bilanci con margini troppo stretti per effettuare interventi seri e mirati in tal senso.

Multisala Virgilio di Bracciano

Come avete vissuto questa chiusura generale delle attività?

Siamo passati dallo sconcerto di marzo 2020, alla delusione di ottobre, all’assoluto ottimismo di maggio 2021. Questo periodo ha segnato un reset totale delle abitudini, delle aspettative della gente, ma crediamo che il cinema e lo spettacolo in generale potrà avere un ruolo chiave per la ripresa del Paese.

Quanto un cinema può incidere nel progresso culturale di una realtà di provincia?

Tantissimo! E anzi in provincia, come in periferia, crediamo che il cinema sia assolutamente importante, molto più che non in città. 

Quali sono i film che hanno guidato la riapertura e su quali film avete intenzione di puntare nel breve futuro?

Sicuramente Crudelia della Disney, Nomadland, The Cojuring della Warner tanto per citarne alcuni. Poi punteremo su Black Widow, I Croods 2, Jungle Cruise, The Suicide Squad 2, Fast and Furious 9…per arrivare, il 18 agosto, a Me contro Te 2. Effettivamente le distribuzioni ci stanno mettendo del loro per far ripartire l’ingranaggio del grande schermo e bisogna dare atto che anche loro, dopo le immense perdite avute, stanno piazzando prodotti che, in un altro tempo, avrebbero sicuramente fruttato di più a livello economico. Speriamo solo che non si giochino questo grande credito che abbiamo nei loro confronti con la trasmissione di prodotti in streaming sulle piattaforme a stretto giro con le uscite nei Cinema, ma questa, come si dice, è un’altra storia, per ora… chepeau anche a loro. 

Come avete impostato la programmazione della riapertura e qual è stata la risposta della cittadinanza locale?

In principio volevamo riaprire a settembre, anche perché sia il caldo sia gli europei, storicamente, non aiutano affatto il cinema, però con l’uscita di alcuni titoli di richiamo abbiamo deciso di riaprire, anche solo per dare un segnale di ripresa, per dire che: il Cinema c’è, noi ci siamo, e ci ritroveranno alla ripartenza della stagione, a fine agosto, per fare la nostra parte nel cosiddetto ritorno alla normalità.

Grazie Daniele e Attilio! Ci ritroviamo in sala!

Multisala Virgilio Bracciano si trova in via Salvatore Negretti 44 a Bracciano

Share Button
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

© 2016 ANEC Lazio | via Vicenza, 5/a 00185 Roma | P.Iva 04922311008

logo-footer

SOCIAL            / powered by Daniele Pizzichelli