La rassegna Le vie del Cinema da Cannes a Roma e in Regione nel weekend vi aspetta con tantissimi film selezionati direttamente dalla 70° edizione del Festival di Cannes che potrete vedere in anteprima e in lingua originale con i sottotitoli.

 

MOBILE HOMES                                                                              

di Vladimir de Fontenay

con Callum Keith Rennie, Callum Turner, Frank Oulton

Canada/Francia – 101’ – v.o. inglese  

Nelle città dimenticate lungo il confine americano, una giovane madre cerca di rifarsi una vita insieme al figlio di 8 anni. Troverà la possibilità di una svolta grazie all’incontro con una comunità nomade.

 

L’INTRUSA                                                                           

di Leonardo di Costanzo

con Anna Patierno, Gianni Vastariello, Marcello Fonte

Italia – 95’ – v.o. italiano CINEMA 

Giovanna è la fondatrice del centro associativo e ricreativo che si occupa d’infanzia a rischio a Napoli. Le mamme del quartiere portano lì i bambini per sottrarli al degrado e alle logiche mafiose ed immergerli nella creatività e nel gioco. In quest’oasi cerca rifugio e ospitalità Maria, giovanissima moglie di un camorrista arrestato per l’omicidio di un innocente. Maria ha due figli. Per le altre mamme è il male incarnato. Ma la scelta di Giovanna è più difficile. Chi ha più bisogno di aiuto?

 

PATTI CAKE$

di Geremy Jasper

con Bridget Everett, Cathy Moriarty, Danielle Macdonald

Usa – 108’ – v.o. inglese 20th CENTURY FOX

Patricia “Killa P” Dombrowski inventa rime dietro al bancone di uno squallido bar, cercando di pagare le spese mediche e sostenere la madre alcolista con ispirazioni musicali fallite. Patricia e il suo migliore amico condividono sogni di fama, fortuna, e fuga dal “Dirty Jersey” per il proprio bene, quello che manca loro è un produttore. Intenta a combattere un esercito di nemici, Killa P non si lascia sconfiggere da insulti e sberleffi, riuscendo a mantenere la gentilezza e la determinazione tipiche della sua età.

 

HOW TO TALK TO GIRLS AT PARTIES                                

di James Cameron Mitchell

con Elle Fanning, Nicole Kidman, Ruth Wilson

Usa – 102’ – v.o inglese

CINEMA

– Premio Speciale della 70esima edizione del Festival di Cannes a NICOLE KIDMAN

 

La storia del film ruota attorno a due adolescenti di Londra, Enn e Vic, che vanno alle feste solo per conoscere le ragazze, scoprendo quanto il sesso opposto sia curioso e molto più strano di quanto avessero inizialmente immaginato. Tre di queste, tanto belle quanto particolari, finiranno per rivelarsi straniere all’ennesima potenza. Per non dire “aliene”.

 

NOTHINGWOOD

di Sonia Kronlund

con Salim Shaheen

Francia – 85’ – v.o. persiano, francese I WONDER PICTURES 

Salim Shaheen fa cinema. Con oltre 110 film all’attivo, quasi tutti girati nella molteplice veste di regista, produttore e attore, è uno dei più prolifici cineasti dell’Afghanistan. Dalla sua, ha due punti di forza: una passione viscerale per il suo lavoro e un cast – sempre lo stesso – composto da attori eccentrici e fuori controllo! Questa originale comitiva è in cammino per presentare alcuni dei propri film e ottimizza i tempi girandone uno durante il viaggio. Ma quanta forza ci vuole per sognare mentre fuori scoppiano le bombe? Per più di trent’anni Salim ha cercato incessantemente di esaudire il proprio desiderio di quando era bambino: diventare un creatore di storie in una terra perennemente in guerra.

 

LA DEFENSA DEL DRAGÓN                                                    

di Natalia Santa

con Gonzalo de Sagarminaga, Hernan Mendez, Manuel Navarro

Colombia – 80’ – v.o. spagnolo  

Un giocatore di scacchi con il vizio delle scommesse, un orologiaio che non si rassegna a chiudere la sua officina e un omeopata la cui vocazione è il poker, trascorrono la loro giornata nel centro di Bogotà. La vita è fatta di rischi e loro dovranno fare i conti con la perdita di qualcosa.

 

WEST OF THE JORDAN RIVER                                                     

di Amos Gitai

Documentario

Israele/Francia – 88’- v.o. ebraico/arabo

 

Amos Gitai torna nei  territori occupati, situati a ovest del fiume Giordano per descrivere gli sforzi dei cittadini, degli israeliani e dei palestinesi, che cercano di superare le conseguenze dell’occupazione. Il film mostra i legami umani intrecciati con i militari, per il rispetto dei diritti umani, la libertà d’espressione dei giornalisti, le madri in lutto e anche i coloni ebrei. Di fronte al fallimento della politica per risolvere il problema dell’occupazione, questi uomini e donne si alzano e agiscono in nome della loro coscienza civica, mostrando un’energia umana  che rappresenta  una proposta concreta per il cambiamento a lungo auspicato.

 

LE REDOUTABLE

di Michel Hazanavicius

con Louis Garrel, Stacy Martin, Bérénice Bejo

Francia – 107’ – v.o. francese

CINEMA

Il ritratto affettuoso e ironico di una delle figure più importanti del cinema francese e mondiale, quella di Jean-Luc Godard, vista attraverso gli occhi dell’allora giovanissima moglie Anne Wiazemsky. Il Sessantotto, il maoismo, le proteste contro la guerra in Vietnam, ma soprattutto la storia d’amore appassionata e complicata, romantica e anticonformista, tra Anne e Jean-Luc, che hanno i volti intensi di Stacy Martin e Louis Garrel.

 

BUSHWICK

di  Cary Murnion & Jonathan Milott

con  Angelic Zambrana, Brittany Snow, Dave Bautista

Usa – 93’ – v.o. inglese

LEONE FILM GROUP

 

Sulla strada per raggiungere la casa della nonna e presentarle il suo nuovo ragazzo Lucy, uscendo dalla metropolitana, incappa nell’inferno: le strade di Bushwick, il quartiere del distretto di Brooklyn, è preso d’assalto da non meglio identificate forze armate. Verrà a sapere poco dopo che il Texas sta provando a sfidare gli Stati dell’Unione imponendo la propria secessione e cercando un tavolo di negoziato a partire dall’occupazione dell’East Coast.

 

L’AMANT D’UN JOUR

di Philippe Garrel

con Eric Caravaca, Esther Garrel, Louise Chevillotte

Francia – 76’ – v.o. francese

 

– PREMIO SACD

 

Gilles, professore di filosofia, ama Ariane, la sua giovane allieva. Ariane ha l’età di sua figlia Jeanne, che fuori da un portone piange tutte le lacrime del mondo. Lasciata bruscamente dal fidanzato, ripara nella casa di suo padre e si lega ad Ariane, salvandola da un tentativo di suicidio. Jeanne ricambia l’affetto dissimulando le infedeltà di Ariane. Tra promenade notturne e l’amore nelle toilette, Gilles, Ariane e Jeanne amano, tradiscono, feriscono e sono feriti.

 

LES FANTÔMES D’ISMAËL                                                                   

di Arnaud Desplechin

con Mathieu Amalric, Marion Cotillard, Charlotte Gainsbourg

France – 114’ – v.o. francese

EUROPICTURES

 

Ismaël Vuillard, regista febbrile, scrive di notte per ricacciare gli incubi. Legato sentimentalmente a Sylvia, astrofisica con la testa tra le stelle, ha perso Carlotta, la giovane consorte inghiottita vent’anni prima dal nulla. Da allora si prende cura di Henri Bloom, autore cinematografico, mentore e padre inconsolabile di Carlotta, che una mattina d’estate ritorna dall’aldilà.

 

HAPPY END                                                                         

di Michael Haneke

con Isabelle Huppert, Toby Jones, Mathieu Kassovitz

Francia – 107’ – v.o. francese

CINEMA

 

Una famiglia particolarmente benestante vive in una sorta di bolla nel nord della Francia, non preoccupandosi della povertà che aleggia nei campi di migranti situati intorno alla città portuale di Calais, luogo distante solo poche miglia dalla loro sfarzosa abitazione. Il loro isolamento borghese li ha resi insensibili alla realtà drammatica che li circonda.

 

LOVELESS        

di Andrey Zvyagintsev

con Alexey Rozin, Maryana Spivak, Matvey Novikov

Russia – 127’- v.o. russo

ACADEMY TWO

– PREMIO DELLA GIURIA

 

Zhenya e Boris hanno deciso di divorziare. Non si tratta però di una separazione pacifica, carica com’è di rancori, risentimenti e recriminazioni. Entrambi hanno già un nuovo partner con cui iniziare una diversa fase della loro vita. C’è però un ostacolo difficile da superare: il futuro di Alyosha, il loro figlio dodicenne, che nessuno dei due ha mai veramente amato e che un giorno scompare.

 

THE RIDER                                                                               

di Chloé Zhao

con Brady Jandreau, Cat Clifford, Lane Scott

Usa – 105’ – v.o. inglese


– PREMIO ART CINEMA AWARD

Dopo aver subito un infortunio alla testa, un giovane cowboy si impegna per guadagnarsi una nuova identità scontrandosi con una realtà a lui sconosciuta che gli farà capire cosa significa essere un uomo nel cuore dell’America.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share Button

© 2016 ANEC Lazio | via Vicenza, 5/a 00185 Roma | P.Iva 04922311008

logo-footer

SOCIAL            / powered by Daniele Pizzichelli