fbpx

Giornate Professionali di Cinema a Sorrento – I panel

Sezione Regionale del Lazio

Giornate Professionali di Cinema a Sorrento – I panel

Giornate Professionali di Cinema @Sorrento © ANEC

di Ludovico Cantisani

Le Giornate Professionali di Cinema a Sorrento non sono state solo l’occasione per premiare film e conoscere la programmazione per i prossimi mesi ma anche e soprattutto un momento d’incontro per tutti gli attori della filiera cinematografica.

Alcuni panel tenuti nel corso dei quattro giorni sono stati decisivi per far confluire le diverse forze produttive della filiera cinematografica italiana, e strettamente attinenti alle tematiche centrali per l’ANEC.

Il 30 novembre c’è stato il panel Educational Nuovo bando cinema e scuola: quali opportunità?, in cui è intervenuta in video anche il sottosegretario del Ministero della Cultura Lucia Borgonzoni, sottolineando l’importanza che hanno avuto i 50 milioni stanziati nel 2016 dal terzo Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola, e annunciando l’uscita dei nuovi bandi a gennaio 2022, dopo la lunga pausa dovuta alla pandemia.

Bruno Zanardino della Direzione generale Cinema e audiovisivo ha inoltre rimarcato che uno degli obiettivi del Ministero per il futuro prossimo è quello di raggiungere anche le scuole dell’infanzia e primarie con progetti di “cinema nelle scuole”. Tra gli altri intervenuti, il presidente ANEC Mario Lorini, Piera Bernaschi membro del consiglio direttivo di ANEC Lazio , che ha ricordato i progetti avviati dall’Associazione Nazionale Esercenti Cinema per promuovere un’idea di cinema come “portatore sano di legalità”, la presidentessa dell’Accademia dei David Piera Detassis, che ha testimoniato l’esperienza del David giovani, e i due direttori di ‘Alice nella Città Fabia Bettini e Gianluca Giannelli, ideatori del progetto ‘Scelte di classe’.

Il 1° dicembre si è tenuto l’affollato panel Cinema e territorio: un legame più forte con le sale, con un gran numero di ospiti di spicco e di interventi di rilievo: dopo un’apertura dei lavori da parte di Mariella Troccoli della Direzione generale Cinema e audiovisivo, hanno infatti preso la parola il presidente dell’ANEC Mario Lorini, la presidentessa dell’Italian Film Commissions e direttrice generale di Roma Lazio Film Commission Cristina Priarone, la direttrice dell’Area Cinema Fondazione Sistema Toscana Stefania Ippoliti, la direttrice generale della Sardegna Film Commission Nevinia Satta, il direttore di Apulia Film Commission Antonio Parente, lo storico direttore di Campania Film Commission Maurizio Gemma e il responsabile dell’Emilia Romagna Film Commission Fabio Abbagnato. Al termine dell’incontro, Bruno Zambardino ha illustrato Italy for Movies, portale gestito da Cinecittà nato grazie alla Legge cinema per la promozione, dotato di una mappa a portata di mano per permettere agli spettatori di orientarsi nel mondo del cinema e delle serie tv. I lavori sono stati chiusi da un intervento di Silvia Paonessa che ha presentato l’App On Casting, piattaforma gestionale per la selezione degli artisti nata nel 2019 con un focus particolare per le Film Commission. Fra gli altri temi portati ad oggetto della discussione, la necessità di un adeguamento green delle sale su scala nazionale, e la proposta di reintrodurre un theatrical fund per sostenere i singoli esercenti nella loro attività.

Il 2 dicembre si è poi svolto il panel La sala cinematografica 3.0 nel Mercato Globale, in cui è intervenuto in video anche il direttore generale della sezione Cinema e Audiovisivo del MiC, Nicola Borrelli, ribadendo la priorità da parte del Ministero di riportare il pubblico in sala, ma sottolineando anche come nell’ultimo periodo malgrado il Covid ci sia stato un vero e proprio “scatto in avanti” nella filiera produttiva italiana, con un altissimo numero di titoli in sviluppo e in produzione come non se ne vedevano da quarant’anni. Al tempo stesso però, tanto più dopo che il Coronavirus ha messo a dura prova il settore per quasi due anni, “dobbiamo considerare quel che sta accadendo nelle sale e focalizzarci sulle presenze. La pandemia ha accelerato qualcosa che era già in corso, per questo vanno messe a punto delle strategie efficaci”, è stata la sua conclusione. Tra gli altri interventi significativi al panel, quello del presidente dell’ANEC Mario Lorini, che ha introdotto l’incontro lodando Europa Creativa per i nuovi fondi portati alla filiera, quelli di Luigi Lonigro e di Benedetto Habib dell’ANICA, e quello di Laura Houlgatte, la CEO dell’International Union of Cinemas (UNIC) con sede a Bruxelles, che ha portato alla conferenza la sua esperienza internazionale, rimarcando la necessità di riportare in sala soprattutto gli anziani, i più timorosi ad uscire di casa dopo la pandemia, e ricordando le molte campagne di comunicazione diffuse in tutta Europa per riportare il pubblico in sala.

Immagine © ANEC

Share Button

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *