Anteprime - La camera anecoica - News

Alberto Sordi 1920-2020, la grande mostra continua

il centenario - alberto sordi 1920-202

Pubblicato il 25 Giugno 2021.

Cento anni da celebrare a casa del Maestro, in un viaggio alla scoperta dell’attore e dell’uomo negli ambienti che gli furono familiari, ancora aperti al pubblico fino al primo agosto.

 Aperta fino al primo agosto, la mostra Il Centenario – Alberto Sordi 1920-2020, ospitata in una location d’eccezione: la storica villa dell’attore, in piazzale Numa Pompilio, a due passi da Caracalla, che in futuro potrebbe diventare un vero e proprio museo.

Una riapertura davvero doverosa, visto che l’esposizione era stata aperta, causa Covid, per un tempo molto limitato, circa due mesi, registrando un afflusso di pubblico straordinario (oltre 40.000  persone) ma lasciando comunque inevase numerose richieste.

“In questo periodo di forzata chiusura – afferma il curatore della mostra, Alessandro Nicosia – abbiamo avvertito chiaro l’amore della città e l’enorme interesse per il grande e unico attore da parte di tutti coloro che aspettano di poterla visitare. Abbiamo ricevuto migliaia di prenotazioni e questo ci ha stimolato a pensare alla riapertura con grande emozione e forti motivazioni”.

La villa, aperta per la prima volta al pubblico, presenta al suo interno l’esposizione che si snoda fra i vari ambienti della casa, conservati fedelmente negli anni per illustrare la vita e la lunga carriera di Albertone attraverso documenti inediti, oggetti, abiti, fotografie, video, curiosità. 

Un’esperienza immersiva e totalizzante, un viaggio alla scoperta non solo dell’artista, ma ancor più dell’uomo, di quella sfera privata che Sordi aveva sempre voluto mantenere gelosamente per sé.

il centenario - alberto sordi 1920-202

All’inizio del percorso, ecco un vero gioiello architettonico, il teatro che l’attore fece costruire per le sue rappresentazioni private tra amici: qui si raccontano i primi anni del giovane Alberto e viene presentata la sua famiglia, che tanto peso ha avuto nella sua formazione e nella sua vita futura.

A seguire poi la palestra – con il toro meccanico con cui Sordi faceva a gara con gli amici, la bicicletta e tanti attrezzi sportivi – e via via gli altri ambienti: i saloni, con i quadri di De Chirico che Sordi aveva acquistato direttamente dal Maestro; il suo studio, la camera da letto, la curiosa e unica barberia.

il centenario - alberto sordi 1920-202

 

Nel giardino due tensostrutture che ospitano i tantissimi documenti, gli audio e i filmati che ripercorrono dagli inizi i momenti principali di una carriera straordinaria: il doppiaggio, la radio, i film, con alcune chicche come i manoscritti autografi di copioni, le sceneggiature per la radio, gli sketch radiofonici di Mario Pio e del conte Claro.

E poi ancora, come dicevamo, una grande sezione di ricordi, foto e materiali inediti dedicata al Sordi privato, quello segreto e sconosciuto al grande pubblico: sette capitoli pieni di curiosità, dove si parla della sua attività di beneficenza, la passione per i cani e i cavalli, l’intenso rapporto con le donne, che lo ha reso “scapolo d’oro” del cinema italiano.

il centenario - alberto sordi 1920-202

La mostra, prodotta e organizzata da C.O.R. Creare Organizzare Realizzare, è promossa da Fondazione Museo Alberto Sordi, con Roma Capitale e Regione Lazio, con il riconoscimento del MIC Direzione Generale Cinema Audiovisivo, Soprintendenza Speciale di Roma Archeologia Belle Arti Paesaggio, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Lazio, con il patrocinio di SIAE, con il sostegno di Luce Cinecittà, Acea, Banca Generali Private e con la collaborazione di Rai Teche. (G.P.)

Per info e prenotazioni collegarsi al link

Anteprime - La camera anecoica - News

immagine by pixabay
10 Libri sul cinema

10 Libri sul cinema: di Ludovico Cantisani Sin dai suoi albori il cinema è stato accompagnato da una grande produzione letteraria e cartacea che ora

leggi di più

foto di terry papoulias da pixabay
Dieci libri sulla fotografia cinematografica

di Ludovico Cantisani Uno degli elementi di base del cinema, a volte più importante della stessa regia, è la cosiddetta “fotografia” di un film. Negli

leggi di più

blow up
Antonioni e Moravia. Lezioni di alterità.

di Ludovico Cantisani Nato a Ferrara nel 1912 e morto a Roma nel 1915, Michelangelo Antonioni è stato uno dei più grandi maestri del cinema

leggi di più

progetto speciale camera di commercio di roma anno 2023 cinevillage
Progetto Speciale Camera Commercio Roma 2023 Cinevillage

“Sostegno e rilancio del sistema economico territoriale attraverso l’integrazione tra l’offerta culturale e le attività produttive/commerciali di vicinato”: CINEVILLAGE ROMA 2023   AREA D’INTERVENTO Nell’ambito

leggi di più